Podcast Consigliati,  Società & Cultura

La Guerra dei Mondi, un capolavoro di scherzo.

Il più grande Pesce d’Aprile della terra, in onda a Ottobre.

La sera del 30 ottobre 1938, Orson Welles sfruttando la popolarità di un programma radiofonico concorrente Mercury Theatre on the Air, uno show settimanale in cui venivano proposte letture di romanzi celebri, riuscì a trasmettere il suo adattamento del romanzo “La guerra dei mondi” di H.G. Wells, in uno dei momenti di massimo ascolto della sua emittente.

Il suo racconto fu così realistico e credibile da essere scambiato per vero da larga parte della popolazione americana che, credendo realmente di essere sotto attacco da parte dei marziani scese per le strade in preda al panico temendo la fine del mondo.

Ciò che rese il programma così credibile, fu il fatto che Welles decise di interpretarlo sotto forma di finto radiogiornale, nonostante i numerosi avvisi, i telespettatori sintonizzatisi non capirono il trucco e precipitarono nel terrore.

Alle ore venti in punto del 30 ottobre 1938, dopo le prime note del programma musicale, irruppe la voce dell’annunciatore:

«Signore e signori, vogliate scusarci per l’interruzione del nostro programma di musica da ballo, ma ci è appena pervenuto uno speciale bollettino della Intercontinental Radio News.
Alle 7:40, ora centrale, il professor Farrell dell’Osservatorio di Mount Jennings, Chicago, Illinois, ha rilevato diverse esplosioni di gas incandescente che si sono succedute ad intervalli regolari sul pianeta Marte.
Le indagini spettroscopiche hanno stabilito che il gas in questione è idrogeno e si sta muovendo verso la Terra ad enorme velocità. (…)[»

Al termine della trasmissione, Orson Welles si recò in un vicino teatro per prendere parte alle prove serali di uno spettacolo, venendo a conoscenza solo il giorno dopo del putiferio che la sua interpretazione aveva scatenato.

Questa storia la racconta Alessandro Portelli in Podcast su Wikiradio.

Repertori:

  • – ampi stralci dal radiodramma originale trasmesso la sera del 30 ottobre 1938 dalla CBS
  • – intervista ad Orson Welles la mattina seguente (31 ottobre) in cui “si scusa” per il panico provocato: tutto disponibile su YouTube
  • – frammento da Orson Welles Scketchbooks: episode 5 – War of the Worlds (BBC 1955) 
  • – Theatrical Trailer di Citizen Kane
  • – colonna sonora di Citizen Kane (1941) di Bernard Hermann

Se vuoi ascoltare di più su Orson Wells ti consiglio Speciali di Raiplay Radio, 11 brani audio su uno degli artisti più versatili e innovativi del Novecento in ambito teatrale, radiofonico e cinematografico. 

Buon Ascolto!

Ti è stato utile questo Post?

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Ascoltatore "seriale",  passo notti insonni per aiutarti a scoprire i migliori Podcast italiani.

Rispondi