Affari,  Podcast Ascolti,  Società&Cultura

Le legioni perdute

Chi lascerebbe l’Asia, l’Africa o l’Italia per recarsi in Germania, tra paesaggi desolati e un clima rigido. 

In una terra triste da vedere e da starci se non per chi vi sia nato.

Tacito così descriveva la Germania e prima di lui Platone che nel Fedone aveva scritto: stiamo sulle rive del Mediterraneo come rane intorno a uno stagno.

L’Imperatore Ottaviano Augusto affidò i suoi migliori Generali Druso e Tiberio, il compito di conquistare la Germania. Per l’Impero Romano si prospettava una nuova geografia per il futuro dell’Europa, una Germania integrata nella civiltà Latina. Ma sappiamo che non andò così.

Vi dirò perché vi voluto qui tutti insieme.Perché ascoltiate per la prima volta una parola che da quando sono nato non ho mai sentito pronunciare. La parola è libertà cioè il rifiuto di ogni forma di oppressione e schiavitù. A questa terra noi daremo Libertà, sì a questa terra che gli Dei ci hanno dato. Ma vi dico anche che la nostra forza dovrà essere l’unione. Solo se saremo uniti potremmo finalmente sperare di battere Roma una volta per sempre.

Ospite il professor Umberto Roberto,  autore del libro  Il nemico indomabile: Roma contro i Germani, che con la conduzione di Claudio Valentin spiega come nel settembre dell’anno 9 dopo Cristo,  nella foresta di Teutoburgo tre Legioni Romane guidate da Publio Quintilio Varo, 25.000 uomini in tutto furono massacrate dai Germani.

In questo podcast quasi italiano della RSI, si spiega come andarono i fatti.

Buon Ascolto!


Geronimo
Geronimo
Le Legioni perdute

Fabio Crestale

Ascoltatore "seriale",  passo notti insonni per aiutarti a scoprire i migliori Podcast italiani.

Rispondi

0