Ascolta "Le parole italiane che derivano dall'arabo" su Spreaker.
Istruzione,  Podcast Consigliati

Le parole italiane che derivano dall’arabo

Tempo di Lettura: 2 minuti

Un’enorme quantità di vocaboli italiani deriva dall’arabo: testimoni del dialogo secolare, dalla scienza alla cucina, fra le due sponde del Mediterraneo.

Rivista di Babbel su questo podcast riporta:

Durante l’epoca medievale e rinascimentale, la cultura scientifica araba raggiunse livelli di assoluta avanguardia. Così le grandi menti europee si rivolsero a Sud, cercando in ogni modo di reperire i preziosi testi di matematica, di chimica, di astronomia, conservati nei luoghi di potere e di studio del Nordafrica e del Medioriente. E tra i risultati vi fu una massiccia importazione di termini di cui – in italiano – non esistevano corrispettivi.


4 Verticale
Le parole italiane che derivano dall'arabo
Le parole italiane che derivano dall’arabo


Insomma, di parole italiane che derivano dall’arabo ce ne sono a bizzeffe (a proposito, “bizzeffe” proviene direttamente dall’arabo magrebino bizzaf, “molto, in abbondanza”) .
E c’è posto anche per i “tamarri”. Sì, perché il termine proviene da tammar, venditore di datteri in arabo… Pare che si vestissero in maniera tutt’altro che sobria.

Hai amato questo Post?

Clicca sui Cuori per votare!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo Post.

Ti è piaciuto questo Post ...

Seguimi sui Social media!

Ascoltatore "seriale",  passo notti insonni per aiutarti a scoprire i migliori Podcast italiani.

Rispondi

0