A ciascuna il suo, il Podcast di Chiara Becchimanzi

pubblicato in: Blog 0

Il Podcast

Erotico, dal greco eros: desiderio appassionato, amor sensuale.
Comico, dal greco comos: gozzoviglia, brigata di giovani avvinazzati, processione bacchica
E se mescolassi le due cose? Ecco com’è nato “A ciascuna il suo”, il mio primo romanzo, un erotico comico sugli eccitanti disastri della nostra generazione: quella della precarietà affettiva.

Io sono Chiara Becchimanzi, e qui vi racconto da dove sono partita e a che punto sono arrivata, insieme alla mia sorella di scena e di microfono Giorgia Conteduca, irrinunciabile interlocutrice per le mie assurde riflessioni e le mie improbabili teorie.

E se la ricerca della nostra metà fosse essa stessa la nostra meta? Spogliamoci di ogni reticenza, e cominciamo: a ciascuna il suo!

a ciascuna il suo ONJ4AT6YUWI A ciascuna il suo, il Podcast di Chiara Becchimanzi
A ciascuna il suo

Intervista

1. Nome
Chiara Becchimanzi

2. Email Indirizzo
aciascunailsuo.press@gmail.com

3. Sito Web
http://www.aciascunailsuo.it

4. Feed RSS Podcast
https://www.spreaker.com/show/4130911/episodes/feed

5. Parlami del tuo Podcast
Il podcast racconta la gestazione del mio primo romanzo, “A ciascuna il suo”, un erotico-comico sugli eccitanti disastri della mia generazione – quella della precarietà affettiva. Nel podcast “costringo” una delle mie più care amiche e stimate colleghe, Giorgia Conteduca, a farmi da contraltare – ed esprimersi sui miei voli pindarici e sulle mie improbabili teorie. Le leggo alcuni brani; riflettiamo insieme sull’elaborazione di altri; ma, soprattutto, ci raccontiamo il sesso, il desiderio, i partner e la sensualità – senza peli sulla lingua, senza filtri, senza badare a “ciò che le signorine per bene dovrebbero dire” e senza rivolgerci direttamente al pubblico. Siamo a casa mia, e tutto assume i toni di una confidenza intima e sguaiata, espressa comodamente spaparanzate sul mio divano. Il tutto è, ovviamente, un pretesto: il romanzo già esiste, è edito da Aracne e si dipana in 440 pagine di liberazione sessuale, neofemminismo, tragicomiche epopee e innumerevoli sliding doors. Due donne conducono il gioco, così come nel podcast; e come nel podcast i fili tessuti vanno a comporre un arazzo complesso e stratificato, variopinto, sfacciato e delicato allo stesso tempo, attraverso il quale non facciamo altro che guardare dentro noi stesse: e se la ricerca della nostra metà fosse essa stessa la nostra meta?

6. Perché e come hai iniziato il tuo Podcast?
Cercavo, insieme al team di promozione del romanzo, uno strumento efficace, moderno e schietto, che potesse diffondere i contenuti e l’impianto di “A ciascuna il suo” senza “spoilerarne” le conclusioni, coniugando la mia attività di autrice con quella di attrice e di stand up comédienne. Il podcast è emerso su tutte le alternative come occasione unica, dalle ampie prospettive: può raggiungere chiunque, ed è per mia stessa esperienza un super compagno di viaggio – di qualsiasi viaggio! Ho contattato Giorgia, con la quale l’intesa performativa è a prova di bomba e l’abitudine alla confidenza intima quotidiana; abbiamo scelto insieme gli stralci del libro da leggere; ho steso i canovacci per le puntate…e da lì, siamo andate a ruota libera! Abbiamo registrato le prime 8 puntate in una sola settimana, tra fine novembre e inizio dicembre 2019. Ho avviato il podcast a metà dicembre…e adesso non vedo l’ora di registrare il resto, perché credo proprio che comincerà a camminare sulle sue gambe, anche lontano dal romanzo!

7. Come hai trovato il tempo e i finanziamenti per fare il tuo Podcast?
I tempi di lavorazione per le prime 8 puntate sono stati molto veloci: una settimana per buttare giù i canovacci, un’altra per le registrazioni: abbiamo affittato uno studio di registrazione con tecnico per 6 pomeriggi. Il costo di ciascun episodio si aggira intorno ai 400 euro. L’investimento è tutto personale: ho dedicato alla promozione del libro parte degli introiti derivanti dai miei spettacoli. Per adesso sto rilasciando un episodio alla settimana; siamo a 4 episodi ascoltabili. Tra poco metteremo in lavorazione gli altri 8: con la speranza di trovare sponsor e finanziamenti!

8. Cosa guadagni dal Podcasting (finanziario + non finanziario)?
Non finanziario, prevalentemente. Ossia maggiore visibilità come attrice e promozione del libro omonimo, come scrittrice.

9. Come svolgi il tuo processo di Podcasting?
Per le prime puntate, mi sono concentrata su ciò che del romanzo avrebbe potuto “stuzzicare” di più. Ricevuto parere favorevole da Giorgia, ho stilato gli argomenti di massima per ciascuna puntata, e poi ci siamo scatenate nell’improvvisazione…fatta a mestiere, naturalmente. Volutamente, il podcast è pieno di risate, sporcature, accavallamenti…di spontaneità, insomma. Volevamo dare l’idea che non ci fosse alcuna sovrastruttura, catapultando gli ascoltatori e le ascoltatrici direttamente nel mio salotto, con in mano un caffè/un bicchiere di vino/una cioccolata/una canna, perché no.

10. Come pubblicizzi il tuo spettacolo?
Ho utilizzato la possivilità offerta da Spreaker di distribuire il podcast anche su altre piattaforme, quasi tutte a pagamento. Anche se sono convinta che i podcast hanno maggiore possibilità di essere ascoltati se distribuiti utilizzando le piattaforme gratuite.

11. Che consiglio vorresti condividere con gli aspiranti Podcaster?
Nessun consiglio, meglio sbagliare da soli.

12. Dove posso saperne di più su di te e sul tuo Podcast?
Ho un profilo facebook e uno su instagram molto seguiti.

13. Altro

0 0 vote
Article Rating
Fabio Crestale
Segui Fabio Crestale:

Editore di PodcastMania

Ascoltatore "seriale",  passo notti insonni per aiutarti a scoprire i migliori Podcast italiani.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments