Condividi:
Notifiche
Cancella tutti

Credevo fosse immortale  


Fabio Crestale
Post: 344
(@fabio)
Utenti
Registrato: 2 anni fa

L’8 settembre 1919 nasce a San Zenone, in provincia di Parma, Giovanni Luigi Brera, “padano di riva e di golena, di boschi e di sabbioni, nonché autorevole figlio legittimo del Po”. Giòann è stato tantissime cose: un grande scrittore e un superbo cronista, un fine letterato e un critico sagace e indipendente, un paracadutista e un partigiano, un poeta appassionato e un profeta della buona tavola, un saccheggiatore di cantine e un fumatore incallito, un padre attento e un temerario, un calciatore mancato e un maestro di tattica, un pugile e un “teorico” del “gran gioco”. Ma, su tutto, Brera è stato il creatore di una neolingua, di un universo verbale di echi e richiami che intrecciava i miti classici con il quotidiano raccolto delle vulgate popolari, l’architetto di un lessico moderno e anticonvenzionale che ha vinto, sul campo e fuori, ogni sfida con il tempo e la polvere.

→ Un'unica puntata per il nuovo network italiano di podcast storieavvolgibili.it

Etichette discussione
Condividi:
COSA ASCOLTI OGGI?Clicca sotto per ascoltare qualcosa di buono

Aggiusta le cuffiette e  inizia il viaggio ...

Aiutami ad AiutartiSenza pubblicità tutto è più divertente!

La tua donazione mi permette le pubblicazioni senza pubblicità. Con l'abbonamento diventi produttore degli articoli che leggi.