tre soldi
Podcast Raccomandati

Stardust – raccontare la Roma del 2000

Lo Stardust fu per anni un locale emblematico della notte romana.

Il Podcast

Lo spazio di Radio3 dedicato all’audiodocumentario. Percorsi sonori che raccontano la realta’ di oggi e di ieri con il linguaggio della testimonianza diretta.

In questo Show contenitore di Radio Rai, trovi serie con una media di 3/4 episodi (max 6) ciascuna. Audio racconti quindi, che documentano l’ultimo ventennio (non quello famigerato).

Stardust, l’ultima serie Podcast pubblicata in questi giorni, non fa eccezione.

È la storia di una ragazza francese, che si trova a passare nella capitale i sui vent’anni, intersecando la sua vita con quella di un locale molto particolare chiamato appunto Stardust.

Da dietro il bancone di questo bistrot jazz, la giovane parigina ha scoperto l’Italia e vissuto i primi fuochi di uno spensierato nuovo secolo. Telecamera in mano, ha registrato ogni episodio della sua vita da espatriata e catturato un po’ dell’anima trasteverina.

1579856073159 foto%20STARDUST%20MEMORIES Stardust - raccontare la Roma del 2000

Al ritmo delle stagioni – quattro episodi come le 4 stagioni – e attraverso le lettere scritte a suo fratello, descrive un anno 2000 pieno di promesse, scenari notturni e incontri casuali con personaggi della romanità.

Attraverso lo Stardust si racconta la città in un momento storico preciso: il grande Giubileo del 2000, i locali pieni di fumo che chiudono alle 4, gli stornelli di Trastevere, una parentesi incantata prima dei sussulti post 11 settembre.

Sottogenere del documentario, la serie è caratterizzata da un intreccio di repertori privati e voce narrante.

L’autore

Essendo un racconto autobiografico, l’autrice è francese e si chiama Chloé Barreau e non è una qualunque.

La Barreau è nata a Parigi nel 1976 . E’ un produttore creativo freelance,  scrittore e regista e vive ancora a Roma. Laureata in Lettere Moderne alla Sorbone di Parigi, ha debuttato la sua vita professionale alla radio EUROPE 1. Trasferita in Italia nel 1999, ha insegnato letteratura e cinema al Centro Culturale Saint Louis de France e diretto diversi cortometraggi, Speciali Tv, Serie documentarie.

I suoi lavori:

  • ACQUA PASSATA (con Riccardo Scamarcio)
  • ANNA M. (con Anna Mouglalis)
  • BLUE IS THE COLOUR (SKY SPORT – Raindance Festival)
    Nel 2004, è stata assunta da FOX CHANNELS ITALY come Creative Producer.
    Per 15 anni, ha collaborato con prestigiosi Brands come National Geographic, Fox Crime,
    History Channel, e vinto molte ricompense (Promax Awards) per il suo lavoro creativo e
    artistico nel campo della comunicazione televisiva.
    Parallelamente al suo percorso professionale nell’industria dell’intrattenimento, ha
    continuato a scrivere progetti più personali, principalmente di tipo documentari:
    • LA COLPA DI MIO PADRE (FRANCE TELEVISIONS)
  • Biografilm Festival – Menzione speciale della giuria
  • Les Lauriers de l’Audiovisuel – Migliore opera prima
  • CIRCOM Award – Best European TV Documentary
    • FEMINILE SINGOLARE (CAMERA LUCIDA)
  • Finalista al Premio Solinas
  • Vincitore borsa di scrittura di Lussas
    Ha lavorato anche come autore televisivo, per il programma TV SCONOSCIUTI,
    la ricerca della personale felicità, su RAI 3.
    Dal 2018, insegna Comunicazione alla JOHN CABOT UNIVERSITY di Roma
    TV OR NOT TV : On-Air Promotion in the Digital Era.
    Lavora anche come speaker, doppiatrice e voice-over:
    Voce di Plumette – LA BELLA E LA BESTIA – Walt Disney – 2017
    Voce di Marlena – IL BALLO DELLA VITA – Album dei MANESKIN -2018

Con il contributo di Matteo Nucci e Tony Allotta, mix Giovanni Perez.

Commento

Sei alla presenza di un racconto personale sulla memoria di un luogo.

Il punto di vista dell’autrice è intimo, ma allo stesso tempo permette all’ascoltatore un tuffo nel micro mondo della capitale nottambula, tutto documentato dalle riprese video effettuate da Chloé all’epoca.

Chloé Barreau rievoca la socialità diversa di una generazione di ventenni oggi quarantenni,
a cavallo fra un secolo e l’altro: uno stare insieme più affiatato, spontaneo e informale, non
ancora filtrato da smartphone e social network, nel quale il locale del cuore è un punto
fisso, a qualsiasi ora del giorno o della notte.

Qualità tecnica ottima, non per niente siamo sulla Rai e come scritto sopra, Chloé ha tutti i titoli per fare bene.

Ho ascoltato e riascoltato il primo episodio più volte e mi è piaciuto molto, notevole l’ambientazione e le scelte musicali. La narrazione mi aveva già intrigato dal primo momento e confermo la mia prima impressione. La voce è ben modulata e con un retrogusto transalpino al punto giusto: fa venire voglia di ascoltare subito la puntata successiva.

Come mi ha detto la stessa autrice: questo accento francese sembra piacere assai, colpa dell’immaginario e delle sigarette?

Comunque sia, il mio ascolto delle puntate è stato molto piacevole. Subito la mia mente è planata a volo d’uccello nei vicoli di Trastevere, per poi incunearsi nel sottosuolo dello Stardust.

Inconsciamente ho comparato la mia visione agli anni ’70, immaginando un luogo a colori pastello leggermente sfuocati(ti ricordi le foto di quegli anni?), ragazzi capelloni, rapporti personali intensi ma anche di breve scadenza, non filtrati da tecnologia.

Amo particolarmente quando un racconto, una storia come questa, mi fa apparire le immagini dall’ascolto delle parole: un percorso sonoro che si trasforma in un documentario mentale dentro di me.

Che altro dire se non la raccomandazione di ascoltare tutte le quattro puntate della mini serie Startust.

Buon ascolto.


tre soldi i documentari di radio 3 rai Stardust - raccontare la Roma del 2000

Stardust Memories

“Stardust Memories. Souvenir della notte trasteverina” di Chloé Barreau, con il contributo di Matteo Nucci e Tony Allotta, mix Giovanni Perez | Vent’anni fa da dietro il bancone dello Stardust, bistrot jazz, per anni locale emblematico della notte romana, una giovane parigina scopre l’Italia e vive i primi fuochi di uno spensierato nuovo secolo.

Il Punteggio
Vota
[Totale: 0 Media: 0]
Fabio Crestale

Ascoltatore "seriale",  passo notti insonni per aiutarti a scoprire i migliori Podcast italiani.

COSA ASCOLTI OGGI?Clicca sotto per ascoltare qualcosa di buono

Aggiusta le cuffiette e  inizia il viaggio ...

Aiutami ad AiutartiSenza pubblicità tutto è più divertente!

La tua donazione mi permette le pubblicazioni senza pubblicità. Con l'abbonamento diventi produttore degli articoli che leggi.